Risulta essere auspicabile che ogni giardino abbia una zona di riposo e che permetta con qualunque tempo di potersi sedere. Occorre che siano riparati dal vento, ma accarezzati dal sole in inverno e coperti da una terrazza quando piove o nei giorni troppo caldi.

Intelligenza di chi progetta il giardino è quella di posizionare queste zone di riposo in modo che si abbia la vista migliore del giardino e si possano ammirare i lati più interessanti.

I materiali più semplici da usare per creare un po’ di intimità sono i graticci di paglia o di canna p un muro più o meno alto (magari ricoperto da qualche rampicante così da aumentare la mimesi con la natura).

Pensando che in estate stare sotto il sole può essere sgradevole, potete ricorrere a degli alberi dalla folta chioma oppure a degli arboscelli sufficentemente grandi per lo scopo.

Il giardino è il prolungamento della casa e come tale va progettato con attenzione. Una soluzione per renderlo particolare può essere la chiudura in fil di ferro, non bellissima ma se ricoperta di rampicanti ha il suo perché.

Il consiglio è quello di usare le chiusure alte in muratura solo in via eccezionale per proteggersi contro i rumori della strada, per il resto prediligete siepi vive o chiusure basse.

Progettare un Giardino – Zona Riposo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *